Cos'è l'Accreditamento?

L'accreditamento è una «attestazione da parte di un organismo nazionale di accreditamento che certifica che un determinato organismo di valutazione della conformità soddisfa i criteri stabiliti da norme armonizzate e, ove appropriato, ogni altro requisito supplementare, compresi quelli definiti nei rilevanti programmi settoriali, per svolgere una specifica attività di valutazione della conformità.» (Reg. CE n. 765/2008).

In particolare, l'accreditamento è garanzia di:

- Imparzialità: rappresentanza di tutte le Parti interessate all'interno dell'Organismo/Laboratorio.

- Indipendenza: gli auditor e i comitati preposti al rilascio della certificazione/rapporto garantiscono l'assenza di
  conflitti di interesse con l'organizzazione da certificare.

- Correttezza: le norme europee vietano la prestazione di consulenze sia direttamente che attraverso società
  collegate.

- Competenza: l'accreditamento attesta in primo luogo che il personale addetto all'attività di verifica sia
  culturalmente, tecnicamente e professionalmente qualificato.

L’equivalenza e l’affidabilità delle certificazioni coperte da accreditamento, perseguita al fine di migliorare, facilitandoli, i rapporti economici della Comunità Europea ed Internazionale, viene sancita fra i diversi Paesi da specifici Accordi di Mutuo Riconoscimento (MRA o MLA: Multilateral Agreement).

Gli Enti di accreditamento membri di EA (European Accreditation) possono diventare firmatari degli MLA solo dopo essere stati sottoposti, con esito positivo, a uno specifico e accurato processo di “valutazione fra pari”. Tale valutazione si realizza attraverso la costituzione di gruppi di verifica internazionali, composti dagli Enti di accreditamento membri di EA, aderenti al sistema definito dai procedimenti e dalle regole per il mutuo riconoscimento stesso.
La continuità del principio di Mutuo Riconoscimento passa attraverso la qualificazione degli Organismi di certificazione, la cui competenza, imparzialità, correttezza ed indipendenza, è stata riconosciuta, mediante l’accreditamento, da un Ente firmatario dei sopraddetti accordi.

Il marchio dell’Ente di accreditamento nazionale, comprensivo della dichiarazione di sottoscrizione dei MRA, posto nei Certificati di conformità o nei Rapporti di prova, è lo strumento utilizzato per garantire e veicolare il conseguimento dei sopraddetti scopi.

L'accreditamento riguarda tutti i settori di produzione e servizio con cui gli utenti si confrontano quotidianamente, perché ogni tipo di attività può essere sottoposto a valutazione, dalle costruzioni all'energia, dall'ambiente ai trasporti, dalla sanità alla formazione, ecc...

Di fatto, per le aziende che operano in regime di produzione certificata, si elimina la necessità di essere riconosciute in ogni singolo paese in cui esportano i loro prodotti o, ancora, di dover essere valutate direttamente dai propri clienti. È facile intuire come tale approccio, nel rispetto di salde convinzioni quali il rigore procedurale e l’uniformità di giudizio, abbatta barriere commerciali e costi, agendo quale una sorta di “passaporto per gli scambi” sia in Europa, sia nel Mondo.

 

La struttura dell'organismo di certificazione a norma della UNI CEI EN 45011

L'accreditamento attesta il livello di qualità del lavoro di un Organismo (di certificazione o di ispezione) o di un Laboratorio (di prova o di taratura), verificando la conformità del suo sistema di gestione e delle sue competenze a requisiti normativi internazionalmente riconosciuti, nonché alle prescrizioni legislative obbligatorie.

I requisiti generali che un organismo di certificazione di prodotto deve soddisfare per essere riconosciuto competente ed affidabile sono specificati dalla Norma UNI CEI EN 45011.

La struttura di un organismo di certificazione deve essere tale da fornire fiducia nelle certificazioni rilasciate. In particolare, secondo la norma, un organismo di certificazione deve:

a) essere imparziale;

b) essere responsabile delle decisioni relative al rilascio, mantenimento, estensione, sospensione e ritiro della certificazione (nel caso delle denominazioni di origine la competenza della sospensione e del ritiro della certificazione spetta al MIPAAF);

c) identificare l'organo direttivo che avrà la responsabilità:

1) dell'esecuzione della prova, dell'ispezione, della valutazione e della certificazione;

2) della formulazione degli indirizzi politici relativi alle attività dell'organismo,

3) delle decisioni riguardanti la certificazione,

4) della supervisione sull'attuazione degli indirizzi politici,

5) della supervisione degli aspetti finanziari dell'organismo,

7) delle dimostrate conoscenze tecniche di base per il rilascio della certificazione;

d) avere documenti che dimostrino la propria identità giuridica;

e) avere una struttura documentata che salvaguardi l'imparzialità, comprese le prescrizioni rivolte ad assicurare l'imparzialità delle attività dell'organismo di certificazione.

Inoltre tale struttura deve consentire la partecipazione di tutte le parti significativamente coinvolte in modo specifico nelle politiche e nei principi riguardanti il contenuto e il funzionamento del sistema di certificazione.

f) garantire che ogni decisione circa la certificazione sia presa da una persona o da più persone diverse da quelle che hanno effettuato la valutazione;

g) avere diritti e responsabilità relativi alle proprie attività di certificazione;

h) prendere disposizioni adeguate per coprire le responsabilità giuridiche derivanti dalle proprie operazioni e/o attività;

i) avere stabilità finanziaria e risorse adeguate per il funzionamento del sistema di certificazione;

j) utilizzare, sotto la supervisione di un direttore responsabile, un numero sufficiente di persone aventi la necessaria istruzione, livello di addestramento, conoscenza tecnica ed esperienza per svolgere le funzioni di certificazione in relazione al tipo, all'estensione ed al volume di lavoro;

k) avere un sistema qualità che fornisca fiducia circa la capacità di gestire un sistema di certificazione di prodotto;

l) avere politiche e procedure che distinguano l'attività di certificazione di prodotto da ogni altra attività svolta dall'organismo;

m) essere libero, compreso il direttore responsabile ed il personale, da ogni pressione di carattere commerciale, finanziaria o di altra natura che possa influenzare i risultati del processo di certificazione;

n) avere regole e strutture formali per la designazione e l'operatività dei comitati che sono coinvolti nel processo di certificazione; tali comitati devono essere liberi da ogni pressione di carattere commerciale, finanziario o di altra natura che possa influenzare le loro decisioni; sarà ritenuta idonea a soddisfare questa prescrizione, una struttura dove i membri siano scelti per assicurare un equilibrio degli interessi e dove non predominino singoli interessi;

o) garantire che l'attività di organismi correlati non compromettano la riservatezza, l'obiettività e l'imparzialità delle certificazioni.

Ancora, non deve fornire o progettare i prodotti del tipo che certifica, non deve dare consigli o fornire servizi di consulenza al richiedente, infine non può fornire ogni altro tipo di prodotto o servizio che potrebbe compromettere il carattere di riservatezza, obiettività o imparzialità del processo di certificazione e delle relative decisioni.

p) infine deve avere politiche e procedure per la risoluzione di reclami, di ricorsi e di contenziosi provenienti dai fornitori o da altre parti circa la gestione della certificazione o di ogni altra questione connessa.

 

OCQ P.R.

Organismo Controllo Qualità Produzioni Regolamentate soc. coop.
Iscr. Reg. Imp. RE 01789670351 - Iscr. Albo Soc. Coop. A114051
REA 223402 - C.F. e P.Iva 01789670351

Indirizzo Sede:
Via Ferruccio Ferrari, 6 - 42124 Reggio Emilia
Tel.: 0522.934266 - Fax: 0522.564500 - Email: ocqpr@ocqpr.it

 

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito.